Marco Bettoni Pojaghi è nato a Roma. Autore di contributi e scritti sulle relazioni culturali italo-tedesche e firma del “Corriere della Sera” nelle edizioni del Nordest (ha scritto più di 150 saggi e interventi per il Corriere del Trentino e il Corriere dell’Alto Adige), è erede di una lunga tradizione familiare legata al mondo tedesco e austriaco. Nella sua famiglia pittori e scultori famosi, come i Brioschi, gli Imhof, i collezionisti d’arte e pittori di Berlino Gurlitt.  Sua nonna paterna è figlia del pittore viennese Othmar Brioschi, accademico di S. Luca a Roma dal 1880, artefice di famose collezioni di disegni su Villa d’Este, Villa Adriana e la Campagna romana, discendente della famiglia di scenografi Brioschi, per tre generazioni direttori del settore decorativo e scenografico dell’opera di Vienna, dal 1804 al 1910. I Brioschi parteciparono tra l’altro  alla decorazione del castello di  Schönbrunn, celebre residenza imperiale a Vienna.Il responsabile scientifico e presidente del Centro Studi Atesini, prof. Marco Bettoni Pojaghi

Bettoni Pojaghi è autore di numerosi interventi in campo germanistico ed è stato allievo del caposcuola degli studi tedeschi in Italia, Paolo Chiarini. Si è laureato con una tesi sull’estetica del primo romanticismo tedesco presso il seminario di Germanistica dell’università di Roma “la Sapienza”. Borsista di associazioni e istituzioni tedesche come il DAAD, ha tenuto tra il 1994 e il 2010 diverse conferenze a Stoccarda, Monaco di Baviera, Milano, Roma, presso note istituzioni culturali tedesche.      

Qui di seguito una sintesi del suo curriculum studiorum e di attività.

CURRICULUM VITAE PROF. BETTONI POJAGHI

Scuole primarie presso  Scuola Svizzera  (Schweizer Schule) in Roma

Famiglia attiva nel settore legale/giuridico internazionalistico
e legata alle ambasciate di lingua tedesca a Roma

Scuole superiori
Liceo ginnasio “T. Tasso” in Roma
Diploma di maturità statale classica, voto 60/60

Laurea in Lettere all’Università di Roma “La Sapienza”
settore Germanistica e Francesistica

Diploma di Laurea: voto 110/110 cum laude
Studi in Lingua e Letteratura Tedesca

Tesi di laurea sull’estetica degli epistolari del primo romanticismo 

Relatori prof. ord. Paolo Chiarini e prof. ord. Antonella Gargano

Studi triennali di Lingua e letteratura francese presso Villa Mirafiori, Università di Roma “La Sapienza”
(allievo prof. ord. Luigi De Nardis, preside della Facoltà di Lettere e Filosofia di Roma)

Diploma dell’Alliance di lingua francese, presso il “Centre Culturel Francais” di Roma

Si trasferisce in Germania, a partire dal 1990, e sviluppa esperienza nel settore degli scambi e delle relazioni culturali italo-tedesche

Borsista del “Deutscher Akademischer Austauschdienst” di Bonn

Dottorato di ricerca in Germanistica, vinto presso Istituto Universitario Orientale di Napoli, 1991

_______________________

In Germania:

Esperienza di lavoro pluridecennale nei settori di insegnamento, ricerca e media

Lavora per vari anni al telegiornale della prima tv privata tedesca Sat.1 in Germania, a Stoccarda (Baden-Württemberg)

Svariati anni di insegnamento presso Università popolare in Germania (1992-1998) e successivamente, sempre nel settore della lingua e cultura tedesca, docente dal 1998 nei licei e istituti di secondo grado di Bolzano, Alto Adige

In Italia :

 Vive e lavora a Bolzano dall’ottobre 1998

Dal 2004 inizia l’attività di pubblicista e saggista come firma del “Corriere della Sera / Corriere dell’Alto Adige” (in particolare per le due edizioni di Trento e di Bolzano); è autore di più di 150 saggi per questa testata

Collabora con altri quotidiani e riviste italiane

_____________________________________________

Ha pubblicato scritti e saggi in tema di:

Relazioni culturali italo-tedesche

Letteratura tedesca

Letteratura austriaca

E in particolare riguardo ai seguenti nuclei tematici:

– Artisti e gruppi di artisti moderni e contemporanei, legati al mondo tedesco

– Dimore storiche in Italia e nel Norditalia: loro legame culturale con il mondo di lingua tedesca

– Mostre ed esposizioni legate all’universo italo-tedesco

– Libri e letteratura di frontiera

– Castelli e famiglie storiche in Alto Adige

– Famiglie celebri (Feltrinelli,  Brioschi/Rottonara,  Cascella, Scarpa, ecc.)

– Cultura e politica in Alto Adige

– Temi legati all’università e alle problematiche del mondo della scuola e dell’insegnamento plurilingue in Alto Adige

– Relazioni politiche e istituzionali tra Roma e l’Alto Adige

– Storia della scenografia italiana in Austria e a Vienna.

________________________________________

E’ libero docente.

Dal 1998 – 2012 professore per 14 anni a Bolzano (Alto Adige).

Insegna Lingua e letteratura tedesca, con specifico riferimento agli autori e alle problematiche legate al confronto culturale tra Italia, Austria e Germania.

Ha lavorato, in precedenza, per la società Modern Video di Stoccarda, collaborando alla programmazione dell’emittente televisiva tedesca SAT.1, dal 1994 al 1996, come responsabile per la redazione immagini del telegiornale in lingua tedesca.

Ha coordinato a Monaco di Baviera l’AIST Associazione Italiana per gli Studi Tedeschi, da lui fondata insieme al prof. Claus Riessner e al prof. Pietro Roselli, ex  direttore dell’Istituto Italiano di Cultura della Baviera.

Come presidente del Centro Studi ha organizzato, a Bolzano, diversi convegni specialistici su toponomastica e problematiche inerenti la convivenza e il dialogo interetnico in Alto Adige, ottenendo vasta eco e consenso per le sue posizioni moderate. Ha invitato inoltre a Bolzano esponenti significativi della cultura italiana e realizzato una serie di pubblicazioni indipendenti, nel solco dell’attività editoriale del Centro Studi. E’ autore della iscrizione, nel 2004, del Centro Studi alla banca dati online della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e del catalogo bibliografico nazionale Alice.

E’ stato autore della donazione di volumi storici del “Fondo Centro di Studi” (circa 100 volumi), alla Biblioteca Provinciale in lingua italiana “Claudia Augusta” di Bolzano (Via Mendola) http://www.bpi.claudiaugusta.it/fondi.cfm.

Una antologia delle sue pubblicazioni e della maggior parte dei suoi interventi è conservata presso la Biblioteca scientifica in lingua tedesca “Dr. Friedrich Tessmann” di Bolzano, che ha di recente collaborato alla realizzazione del progetto umanitario negli ospedali “Pillole di Cultura”, da lui ideato, curato e diretto.

Dal 2010 le attività e gli eventi del Centro Studi sono confluite nel “Centro Studi Fondo Sammlung Bettoni Pojaghi” di Roma, dotato di una sua propria Biblioteca e Fondo, che afferiscono oggi al Polo degli Istituti Culturali delle Biblioteche di Roma.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...